Stai pensando di lavorare come Architetto in Australia ma non sai da dove cominciare? Allora sarai interessato a quanto sto per raccontarti. 😉

Ogni anno moltissimi giovani architetti italiani scelgono di emigrare alla ricerca di un lavoro o semplicemente per cambiare il proprio stile di vita. Uno dei paesi piú gettonati è appunto la famosa terra dei canguri!

Ma perché proprio l’Australia? Quali sono i fattori che portano ogni anno numerosi giovani laureati a preferire il Down Under al Bel Paese? 

I fattori sono molteplici e potrei parlarti di ció per ore… 

In primis lo stile di vita molto piú rilassato e disteso rispetto all’Italia. Se sei stanco di ritmi frenetici e straordinari non pagati allora questo potrebbe essere il posto che fa per te. 

L’alta qualitá della vita e gli stipendi superiori alla media rendono l’Australia uno dei paesi piú scelti e desiderati da giovani professionisti di ogni parte del mondo!

Io stesso ho deciso di spostarmi nel Down Under, quindi puoi credermi!

Ti ho intrigato con la cosa degli stipendi, non è vero? Ti diro’ di piu’:

Lo stipendio minimo obbligatorio per legge quí è di $19.49 l’ora, vale a dire €12,01. Mica male, eh? Ma qui stiamo parlando di mestieri base, un architetto (anche alle prime armi) puó arrivare a guadagnare molto di piú!

Il clima e’ un’altro punto a favore di questo meraviglioso paese. Potrai godere di sole caldo tutto l’anno! Nelle giornate piú intense puoi scegliere di andare coi tuoi amici in spiaggia a praticare surf o semplicemente andare a fare una camminata in uno dei numerosi parchi!

Devi sapere che qui praticamente ogni cittá dispone di enormi spiagge artificiali gratuite per i cittadini, solitamente immerse nei parchi verdi e circondate da numerosi barbeque, usufruibili anch’essi gratuitamente, a disposizione di chi lo desidera!

Gli immensi spazi e i numerosi parchi naturali rendono l’Australia una delle mete piú ambite da coloro che scelgono uno stile di vita piú wilderness!

Ti stai giá immaginando proiettato in questo mondo? Se ti senti emozionato alla sola idea di un futuro qui non esitare un istante di piú e prosegui con la lettura!

Ho una bella notizia da darti fin da subito, sei pronto?

Tu, architetto, parti avvantaggiato rispetto agli altri! 

Come mai? Perché la tua professione è fortemente ricercata quí!

Cosa significa? Significa piú chance di lavorare come architetto in Australia!!

Proprio cosí!

Devi sapere che durante questi anni il fenomeno dell’immigrazione è cresciuto a dismisura in questo paese! Sempre piú persone sceglievano questo continente, tanto che il governo ad un certo punto ha dovuto prendere in mano la situazione. Oggi venire a vivere e lavorare in Australia è leggermente piú complesso rispetto a prima, vengono selezionati solamente coloro che possano portare un valore aggiunto all’economia del paese.

Ogni anno il governo redige una lista chiamata “Medium-Long Term Skilled Occupation List” all’interno della quale si possono trovare le professioni piú ricercate e, rullo di tamburi…

la figura dell’architetto compare proprio su questa lista!

Mica male eh!? 

Ma aspetta a cantare vittoria. Non basta essere semplicemente un laureato in architettura per poter richiedere un visto lavorativo!

Dovrai faticare ancora un po’ prima di richiedere un visto che ti permetta di lavorare a lungo termine come architetto e di raggiungere la tanto ambita cittadinanza.

Voglio mettere subito in chiaro che si tratta di qualcosa di realmente fattibile, ma che richiede tenacia e grande forza di volontá! 

Sei pronto? Allora lascia che ti spieghi subito i principali requisiti per lavorare come architetto in australia!

Che tu sia un professionista giá rodato o un giovane laureato in realtá non fa molta differenza. La giovane etá infatti per gli australiani vale tanto quanto qualcuno con esperienza ma con qualche anno in piú!

L’inglese è un requisito fondamentale!!!

Mi spiace essere cosí duro ma è bene che ti sia chiaro che se vuoi entrare in Australia dovrai inevitabilmente fare i conti con la lingua!

Il mio consiglio è ovviamente quello di studiare bene l’inglese! Capire e farsi capire è uno degli aspetti piú importanti e non dev’essere sottovalutato!

È quindi opportuno frequentare un buon corso di inglese e certificare il proprio livello con un esame IELTS Academic.

Puoi scegliere di studiare dall’Italia o seguire un corso di inglese locale. Personalmente penso che trovarsi in una cittá dove sei obbligato per forza di cose a parlare inglese faccia migliorare molto piú che non un studiare in Italia, dove magari pratichi la lingua per qualche ora e poi torni a casa a parlare in italiano. 

Per quanto riguarda il titolo di studio, devi sapere che la laurea italiana di per sé non basta in quanto dev’essere riconosciuta anche dallo stato australiano. Per questo motivo occorre convertirla presso la Architects Accreditation Council of Australia (AACA). 

Se il tuo obiettivo è quello di poter ottenere una sponsorizzazione e, di conseguenza, un contratto di lavoro a medio o lungo termine, dovrai per forza superare questo faticoso gradino.

Per quanto riguarda l’iscrizione all’Albo degli Architetti questa è obbligatoria solamente se vorrai esercitare la professione come freelance; tuttavia dovrete superare alcuni esami che vi verranno richiesti dall’AACA.

Potete anche scegliere di continuare a studiare anziché cercare subito lavoro. Ci sono infatti a disposizione numerosi Master Degree e dottorati di ricerca (PhD).

Occhio peró: Se da un lato è vero che studiando localmente si hanno molte piú possibilitá di ottenere un visto permanente e trovare lavoro, è altresí vero che l’istruzione in Australia è molto costosa, quindi valutate per bene prima di scegliere! 😉

Parliamo ora di software! Sappi che il BIM è una realtá ormai consolidata in questo paese e pertanto fondamentale! 

Nello specifico i software piú usati e richiesti sono Revit in primis e Archicad a seguire. Sei hai deciso di venire a lavorare nel Down Under dedica una buona fetta del tuo tempo a imparare ad utilizzare bene questi due software, Revit in modo particolare. 

Per quanto riguarda la rappresentazione è richiesta la conoscenza dei principali programmi di elaborazione foto, a partire da Photoshop e a seguire una conoscenza quantomeno base di Illustrator e InDesign.

Ricorda quindi che se vorrai lavorare come Architetto in Australia, dovrai spendere molto tempo per imparare bene ad utilizzare questi strumenti!

Lasciami aprire una piccola parentesi prima di passare a parlare di visti…

Ricordi quei professori della vecchia guardia? Magari sono i tuoi attuali professori, quelli che ti insegnano che solamente la teoria conta e che ti dicono che la conoscenza dei software non è poi cosí importante è che la cosa fondamentale è conoscere a menadito tutta la teoria e la sottoteoria dell’architettura…

Ecco, fatti un regalo e lasciali perdere!

Non voglio dire che la teoria non sia importante, ma in un mondo dove tutto corre veloce e la tecnologia la fa da padrona, quanto piú bravi sarete ad utilizzare un computer tante piú chance avrete di trovare lavoro.

Sotto sotto, lo sai bene anche tu che oggi quello che conta veramente è questo, anche se alla fine hai preferito fidarti dei tuoi professori perché in fondo “Hey, sono solo un ragazzino, loro ne sapranno di piú!”

Bene, io a distanza di qualche anno posso confermarti che avevano torto! 

Nel 2019 una delle cose piú importanti in assoluto è la conoscenza dei software e credimi che fará la differenza una volta che andrete a chiedere di essere assunti.

In un mondo in cui ormai la tecnologia domina qualsiasi cosa, nel campo dell’architettura è diventato indispensabile sapere utilizzare questi strumenti, soprattutto in quei paesi dove l’economia gira velocemente e non c’è tempo per le teorie e la filosofia.

È quindi giunto il momento di parlare di visti!

Devi sapere che ne esistono di svariati tipi a seconda delle tue necessitá ed aspirazioni! Partiamo con quelli piú conosciuti e semplici da ottenere:

• Visto turistico

Visto fondamentalmente per turisti. Si chiama eVisitor Visa (subclass 651) e viene rilasciato gratuitamente. La sua validitá è di un anno ma non consente di lavorare. Potrete tuttavia scegliere di studiare fino ad un massimo di 12 settimane, qualora voleste migliorare le vostre skill linguistiche.

• Working Holiday Visa

Visto spesso abbreviato in WHV (subclass 417) è uno dei piú famosi e richiesti. Bisogna avere un’etá compresa tra i 18 e i 31 anni ed ha un costo di 440 AUD. Con questo visto avrai la possibilitá di lavorare ovunque vorrai per un anno intero. L’unica limitazione è quella di non potere lavorare piú di sei mesi con lo stesso datore di lavoro (sempre che non decida di sponsorizzarvi). Inoltre potrete richiedere il rinnovo di questo visto per il secondo anno solamente se accetterete di lavorare nelle Farm per almeno 88 giorni. 

• Visto per studenti

Chiamato anche Student Visa (subclass 500), con un costo di 550 AUD. Grazie a questo visto potrete studiare ovunque vorrete e al tempo stesso lavorare part-time. Potrai accedere a lauree specialistiche, masters, corsi specializzati e diplomi di ogni tipo. Mica male, eh?

Per quanto riguarda i visti che vi possono permettere piú garanzie per quanto riguarda la permanenza nel lungo termine nella terra dei canguri, la faccenda si complica leggermente…

Per questo motivo ti raccomando ai miei amici di JustAustralia! Questa agenzia è nata proprio con lo scopo di supportare e facilitare il processo di inserimento di noi giovani studenti e lavoratori! Sono ragazzi in gamba, sempre aggiornatissimi e saranno pronti a seguirti durante tutta la tua esperienza in questa meravigliosa terra! 😉

Sei ancora pieno di dubbi? Clicca qui e scopri la storia di Marilina!

Spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto!

Ti auguro di poter lavorare come Architetto in Australia e avverare il tuo sogno! 😉

Un abbraccio

 

Non copiare, per favore!

Pin It on Pinterest

Share This