Dopo aver raggiunto il traguardo della laurea, molti studenti vengono presi dall’angoscia al pensiero di quali sono per loro le possibilità di carriera.

Questo vale anche la facoltà di Architettura, anche se potrebbe sembrare che per un neolaureato lo sbocco obbligato sia quello di fare il progettista.

Se però stai leggendo questo articolo, significa che anche tu ti stai chiedendo se questa è l’unica opportunità. Forse stai per finire l’università o l’hai appena terminata, o magari vuoi iscriverti ad Architettura ma vorresti prima sapere quali sono gli sbocchi possibili.

È importante quindi chiarirsi le idee; seguimi e vedremo insieme quali sono le possibilità di carriera per un laureato in Architettura.

Certamente la prima possibilità è quella di diventare progettista.

Se il tuo sogno è diventare architetto, chiaramente la facoltà di Architettura è stata la scelta giusta: in questo caso, dopo la laurea dovrai ottenere l’abilitazione per poter esercitare la professione.

Se vuoi saperne di più, guarda il nostro video al riguardo. Ti spieghiamo in cosa consiste e come affrontarlo al meglio!

Chiariamo subito una cosa però: diventare architetto non è l’unica possibilità!

Infatti non sono pochi coloro che hanno trovato la loro strada attraverso altre professioni.

L’architettura è una disciplina complessa, che coinvolge vari ambiti e quindi il suo studio ti permette di affinare diverse capacità: per questo motivo i possibili sbocchi dopo la laurea sono molti.

Invece di presentare un elenco delle varie professioni che un laureato in architettura potrà fare, che necessariamente sarebbe o troppo lungo oltre che inconcludente o incompleto, ho pensato di farti riflettere sulle aree in cui si diventa esperti attraverso questo corso di studi.

Per ogni area ti darò dei suggerimenti in merito a possibili sbocchi lavorativi, basati sulla nostra esperienza e su quella di altri laureati in architettura che hanno già trovato la loro strada, a volte fuori dalle rotte più consuete.

È importante sottolineare che queste sono solo alcune delle possibilità: in base alle competenze che andremo a vedere e alle tue inclinazioni e passioni, puoi sempre trovare una strada non ancora battuta da altri!

Sei curioso di scoprire di più? Partiamo!

L’ambito principale in cui la laurea in Architettura assicura ottime competenze è in primis quello dell’edilizia.

Ciò potrebbe sembrare scontato, ma è importante tenere in considerazione che infatti, oltre al mestiere di architetto progettista, sono molte le professioni leggate al mondo delle costruzioni che possono essere intraprese.

L’edilizia coinvolge una moltitudine di figure e, se sei appassionato di questo mondo, non ti sarà difficile trovare il ruolo più adatto alle tue capacità e aspirazioni.

Pensiamo infatti alla figura di agente immobiliare: le conoscenza relative agli edifici, acquisite in Università, ti permettono sicuramente di iniziare, con una marcia in più, una carriera in questo mondo.

Anche per diventare agente immobiliare però dovrai sostenere un esame di abilitazione, ma non ti preoccupare! Abbiamo pensato anche a questo: se sei interessato a questa possibilità, ecco per te un utile mini-corso per prepararti al meglio. Scoprilo subito!

A seconda delle tue preferenze, potrai poi trovare anche ruoli più tecnici, come il certificatore energetico o il tender specialist.

Inoltre potrai anche trovare lavoro presso un’azienda: un esempio è quello del rappresentante di prodotti per l’edilizia. Questi possono essere davvero di ogni tipo: dai materiali di costruzione propriamente detti ai materiali di rivestimento, come le piastrelle e i materiali ceramici, fino agli elementi di arredo.

Ci sono poi figure professionali dedicate alla pianificazione, come quella dell’urbanista. Inoltre, se ami la ricerca, una possibilità da non sottovalutare è quella di occuparsene proseguendo il proprio percorso universitario attraverso un dottorato di ricerca.

Una strada molto promettente poi, specialmente negli ultimi anni, è quella dell’archiviz: sia all’interno degli studi di progettazione sia in studi che si dedicano esclusivamente alla visualizzazione dell’architettura… o anche da freelancer, il ruolo e l’importanza di modellatori 3D e renderisti è in piena espansione.

In alcuni casi la laurea non sarà sufficiente per svolgere queste professioni, ma dovrai conseguire particolari abilitazioni: ti consiglio quindi di informarti per tempo.

Finora ci siamo occupati del mondo dell’edilizia e delle costruzioni.

Ma è l’unica possibile destinazione per un neolaureato? Come abbiamo già detto, per fortuna no! Se stai cercando altre possibilità per il tuo futuro, non ti preoccupare! Ci sono e non saresti il solo a voler tentare un’altra strada.

Quali sono quindi le altre conoscenze che si acquisiscono tramite la facoltà di architettura? Sicuramente è da menzionare il metodo progettuale.

Questa capacità di approcciarsi ad un problema, analizzarlo e trovare una soluzione sensata e realizzabile è forse la tua più importante competenza, che ti raccomando di coltivare fin da subito, durante tutti i laboratori universitari.

Questa skill infatti ti permette di candidarti per svolgere molte professioni!

Se rimaniamo in ambiti vicini al mondo dell’architettura, questa capacità si può esprimere per esempio nel design di interni; ma il cosiddetto “design thinking” può essere dimostrato nei più diversi campi, dal graphic design alla moda alla progettazione di interfacce digitali.

Non sono pochi infatti gli esempi di laureati in architettura che si sono costruiti una carriera negli ambiti più disparati perché dotati di pensiero progettuale, penso ad esempio allo stilista Gianfranco Ferrè o al progettista di automobili Flavio Manzoni.

In questo caso, l’unico limite per l’ambito di applicazione è dato dalla tua creatività! Definisci in quale ambito vorresti lavorare e scopri quali competenze sono richieste.

In alcuni casi i progettisti possono lavorare per aziende o agenzie, in altri si troveranno ad essere freelancer oppure, se la loro idea è innovativa, potranno anche diventare imprenditori per cercare di sviluppare i propri servizi o il proprio prodotto.

Se è vero che l’architettura e l’edilizia sono l’oggetto principale degli studi in facoltà, non dobbiamo però dimenticare che gli studi non si riducono a quello.

È infatti sempre presente, in maniera diretta in alcuni corsi oppure indirettamente, ma mai in secondo piano, lo sviluppo di un’altra delle principali caratteristiche dell’architetto: il gusto estetico.

Questo viene alimentato continuamente durante gli studi attraverso lo studio dell’arte e della storia dell’architettura, attraverso l’analisi delle forme, delle proporzioni e degli accostamenti cromatici, che è parte fondamentale di molti laboratori di progettazione.

Per questo motivo, un laureato in architettura possiede una sensibilità estetica che gli permette di avere le basi per intraprendere lavori legati all’arte e ai beni culturali. Qualche esempio? Sicuramente il fotografo (anche il celebre Gabriele Basilico era laureato in architettura!), il lavoro presso musei, istituzioni culturali e case editrici, l’insegnante di arte, di disegno e infine l’illustratore.

Anche qui come in precedenza, le possibilità sono molteplici e molto dipende dalle proprie passioni e inclinazioni.

Senza dubbio però la capacità di riconoscere, apprezzare e trasmettere i valori estetici ti rende una figura preziosa e versatile in molti campi lavorativi.

Abbiamo quindi analizzato i principali campi in cui potresti trovare lavoro dopo la laurea in Architettura. Questa rassegna, come già detto, non vuole essere esaustiva (sarebbe impossibile!) ma mira a darti dei suggerimenti e degli spunti nel caso tu sia incerto sul percorso da seguire.

Non porre mai limiti, ricorda che con voglia e determinazione si può raggiungere qualsiasi risultato!

Cosa ne pensi di queste possibilità? Ne aggiungeresti altre al nostro articolo?

Facci sapere nei commenti qual è la strada che vuoi seguire o hai già scelto di percorrere dopo la laurea! Non vediamo l’ora di scoprirlo!

Un abbraccio

Non copiare, per favore!

Pin It on Pinterest

Share This