L’ho già intuito, sei stanco morto!!


Sono ore e ore che sei davanti a quel monitor nel tentativo di proseguire il tuo lavoro di progettazione. Domani hai da fare revisione col tuo professore e non puoi permetterti di fare brutta figura.


Probabilmente quando ti sei iscritto a questa facoltà tutti ti avevano raccontato di com’è bello il lavoro di un creativo. Poter sperimentare, ideare e modellare forme nella tua mente per poi concentrarle in un progetto concreto. Lo so, il lato romantico di questo lavoro affascina tutti quanti, ma non è tutto rose e fiori.


Purtroppo quando si tenta di entrare in una simile facoltà nessuno ti avvisa di quelli che sono gli aspetti meno divertenti del lavoro. Sono sicuro che se studi già da diverso tempo e sei ad almeno metà del tuo percorso, sai esattamente di cosa sto parlando.


In questo articolo mi concentrerò solamente su uno di questi aspetti, forse il più faticoso. Le giornate passate davanti al computer a tirare linee su linee! Sei sullo stesso punto da interi pomeriggi e dopo tante ore di disegno CAD non ne puoi più!!


I tuoi occhi vedono solamente pixel, sono affaticati e secchi e ti iniziano a bruciare. Decidi allora di fare una pausa di qualche minuto. Ricominci a lavorare ma noti che dopo pochi minuti torni a sentire quella fatica di poco prima. La testa inizia a farsi pesante e magari ti sale pure l’emicrania.


Fatti forza, questa è una fase piuttosto comune nel lavoro di un architetto. Se accusi fatica all’inizio è solo per una questione di poca dimestichezza. Il tuo corpo non è ancora abituato a questo tipo di lavoro e quindi si affatica con molta più facilità. Più andrai avanti e più ti renderai conto che questa situazione di stress può essere superata grazie a dei piccoli accorgimenti.


Come fare quindi a rendere piacevoli queste lunghe ore di lavoro a computer?


Io ad esempio quando ho da disegnare un’infinità di linee CAD in maniera del tutto automatica tiro fuori le cuffiette e inizio a sentirmi un po’ di musica. Mi rilassa e al tempo stesso stimola la mia creatività!

Puoi provarci anche tu!


Potresti scegliere di ascoltare un buon jazz di sottofondo, oppure della musica leggera indipendente. La cosa fondamentale è rimanere comunque sempre presenti sul proprio lavoro.


Insomma, cerca di rimanere sempre cosciente di quello che stai disegnando a computer. Se ti conosci e sai benissimo di distrarti con facilità allora ti sconsiglio di ascoltare la musica di tendenza.

Per capirci, quando si lavora andare a sentirsi l’ultima hit del momento non è una buona idea, specialmente se possiede un testo nella tua lingua. Sarai distratto più facilmente e perderai il controllo di quello che stai disegnando, finendo per fare numerosi errori.


Il mio suggerimento è quindi quello di ascoltare brani perlopiù musicali, con poche parole, preferibilmente in inglese. Vai quindi di brani leggeri, ascolta jazz oppure un po’ di musica classica. Anche la musica straniera è un’ottima idea perché il tuo cervello non partirà subito a tradurla e di conseguenza non ti lascerai distrarre 😉


Un altro modo molto utile per ridurre la fatica del peso di questa fase è andare a prenderci cura del nostro corpo, in modo a farlo stancare con meno rapidità.


Ma come? Fondamentalmente in due modi:


Il primo è quello di procurarci un buon paio di “occhiali anti luce blu”.


Non ne hai mai sentito parlare? Ti spiego subito di cosa si tratta. In pratica sono degli occhiali il cui scopo non è quello della messa a fuoco, bensì di ridurre lo stress che i tuoi occhi provano dopo ore e ore di lavoro a computer. Ma come ci riescono? Beh, sostanzialmente attraverso una riduzione di quella che è la luce blu emessa dal tuo monitor.


Sembra infatti che la luce blu che dal tuo portatile arriva ai tuoi occhi porti ad affaticarli con più facilità. Quando siamo in condizioni di scarsa luminosità questo rischio tende ad essere maggiore. Questi occhiali possiedono sulla superficie della lente una filigrana di color giallo, che va a contrastare il colore bluastro.


Questo genere di occhiali è recentemente arrivato sul mercato e ne esistono di tantissimi generi, stili e prezzi.


Io personalmente ti consiglio i NOWAVE. Questa giovane azienda è nata da una Start-up totalmente italiana. Producono occhiali dotati di filtro UV400, efficaci sia contro i raggi UV-A che con i raggi UV-B. Sono tutti dotati di antiriflesso e riescono a ridurre ben il 40% della luce blu a 430nm.


Milioni di persone usano oggi questo genere di occhiali per proteggere se stessi e i loro occhi dalle dannose emissioni di luce blu dei loro dispositivi.


Se l’idea di indossare degli occhiali del genere non ti fa comunque saltare di gioia e preferiresti avere delle alternative, ho buone notizie per te.


Ormai molti dispositivi si sono aggiornati per far fronte a questo problema e se proverai a cercare, troverai una modalità apposita. Sui dispositivi Android è chiamata “Protezione occhi”, mentre se possiedi un computer Windows ti basterà cliccare in basso a destra e successivamente l’opzione “Luce notturna”.


Questa funzione è molto comoda perché ti permette di fare una regolazione automatica della temperatura dei colori, in modo tale da trovare un equilibrio perfetto!


Se posso darti un consiglio personale, cerca di non lavorare mai al buio! Se devi stare davanti ad uno schermo per diverso tempo fai in modo che il tuo spazio di lavoro sia ben illuminato. Così facendo i tuoi occhi ti ringrazieranno perché faranno meno fatica.

Il secondo modo è quello di fare, di tanto in tanto, delle pause.


Alzati da quella sedia e allontanati dalla scrivania! Sgranchisciti quanto puoi, distendi i muscoli e rilassa il cervello.


Oltre ad essere un aiuto per la mente, fare qualche minuto di break rilassa il corpo e al contempo gli permetti di muoversi un po’. Il tuo corpo ha bisogno di essere attivo, stare fermo troppo a lungo non è sano e alla lunga potrebbe portarti a sgradevoli quanto indesiderati dolori.


Una idea è quella di fare qualche esercizio di stretching, se lo spazio lo consente. Non servono fare grandi cose o mettersi in chissà quale posizione. Il fine ultimo è quello di far allungare i muscoli del proprio corpo, tenerli in salute facendoli muovere e tenendo attive le articolazioni.


Credimi che in breve tempo noterai la differenza, ti sentirai molto più rilassato! A livello muscolo-scheletrico, questa pratica porta a innumerevoli benefici. Il tuo corpo ti ringrazierà!


È ora di tornare alla scrivania!


Siediti correttamente e poggia quei piedi per terra. Evita di stare a gambe incrociate, di battere i piedi e di stare col collo piegato. Saper stare correttamente e comodamente davanti al computer è essenziale quando sei costretto a lavorare per ore e ore!


Adottare una postura corretta al lavoro riduce notevolmente il senso di fatica nel lungo periodo. Noterai di far molta meno fatica durante le sessioni di disegno più intense. Siediti vicino alla tastiera e tieni la testa alta, rilassa i muscoli e cerca di non tenerli mai in tensione.


Lascia che ti dia un ultimo consiglio…

Non sottovalutare l’importanza di bere, tanto!! No, non sto parlando di birra, vino o altri alcolici, furbacchione. Mi spiace per te ma stavolta dovrai accontentarti di semplice acqua. Se preferisci puoi bere un tè caldo, magari quando è inverno e tu sei rintanato nel tuo ufficio col maglione pesante.


Forse hai già sentito che bere tanta acqua fa bene al tuo corpo. Solitamente si raccomanda di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno. L’importante è mantenere il corpo ben idratato.


Spero che questo articolo ti sia stato di aiuto! 🙂


Un abbraccio

Non copiare, per favore!

Pin It on Pinterest

Share This